Chi siamo

LA NOSTRA STORIA

Ed-Work nasce nel 2015 da un piccolo gruppo di donne under 30, un gruppo di amiche. 

Sofia, freelance nell’ambito della comunicazione e delle relazioni istituzionali; Serena, formatrice aziendale e Instructional designer; Giulia, consulente delle politiche educative e formative. E altre compagne e compagni di strada, per un tempo breve o lungo.

Cambiare la scuola e cambiare la condizione dei giovani nel nostro Paese: questo ci aveva fatte incontrare, una decina di anni prima. Dopo la conclusione di una lunga esperienza di attivismo studentesco e giovanile, ormai occupate in diverse attività lavorative e sparse per l’Italia, abbiamo sentito il bisogno di ritrovare un progetto che ci unisse, uno scopo comune, capace di andare oltre l’estremo piacere di farci visita l’una con l’altra.

La passione per i temi educativi ci ha unite ancora una volta. La nostra avventura nasce con l’idea di sostenere l’innovazione della scuola e, più in generale, dell’educazione. Un obiettivo non più rimandabile: ridefinire, insieme a chi per mestiere educa e insegna, le priorità irrinunciabili per l’apprendimento di ogni giovane cittadino/a, consolidare le migliori sperimentazioni didattiche ed educative, capaci di includere e promuovere tutti/e e ciascuno/a.

Portare i temi educativi fuori dall’angusto perimetro in cui questo Paese li trattiene e trasformarli in compito condiviso e prioritario per intere comunità, dentro e fuori la scuola tradizionale.

Provare a dire la nostra, a sederci accanto a maestre e insegnanti, educatori e formatori e dare il nostro contributo a questo obiettivo. 

Ognuna di noi ha portato con sé le competenze professionali che nel frattempo aveva costruito. Ed-Work inizia così ad operare con progetti in rete fra terzo settore e scuola, sempre contraddistinti da un approccio di fondo: portare nella scuola professionalità non tradizionali; promuovere spazi di apprendimento fuori dal perimetro delle discipline; offrire esperienze attive e laboratoriali tra la scuola e il territorio. 

A guidarci sono alcuni punti fermi: co-progettare ogni intervento con docenti ed educatori; scambiare esperienze e punti di vista tra generazioni; partire da quanto si è già realizzato.

Ed-Work, come tutte le creature, ha preso la sua strada. Aldilà di ogni previsione – e in un modo certo molto diverso da come avevamo immaginato – questa avventura ha compiuto 5 anni. E quindi, tra poco, inizierà la scuola ☺

Siamo curiose quanto voi di sapere cosa le riserverà il futuro!

IL NOSTRO NETWORK

Sofia Sabatino
Presidente e co-founder

Laureata in Progettazione, gestione e valutazione delle politiche sociali, con una lunga esperienza di attivismo studentesco, lavora dal 2013 nella progettazione e gestione delle campagne di comunicazione, in particolare nell’ambito della promozione di politiche pubbliche. Dal 2015 svolge per Ed- Work attività di project management e formazione nell’ambito di progetti per la partecipazione dei giovani, il contrasto alla dispersione scolastica e alla povertà educativa. Ama il mare della sua Sicilia e lavorare su progetti sempre nuovi.

"Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo" (Malala Yousafzai)

Giulia Tosoni
Co-founder

Laureata in Relazioni Internazionali, dal 2008 è stata consulente per le politiche educative e formative per diverse istituzioni locali e nazionali. Ha partecipato alla progettazione, realizzazione e valutazione di programmi e progetti finanziati contro la povertà educativa e la dispersione scolastica con scuole, enti pubblici e del terzo settore. Dal 2019 è la responsabile del Centro di Istruzione dell’Adulto e dell’Adolescente del CIA “A. Manzoni”, un servizio del Comune di Milano per il contrasto alla dispersione scolastica. Ama stare all’aria aperta e imparare cose nuove.

"Il processo educativo è processo di continua riorganizzazione, ricostruzione, trasformazione dell'esperienza" (JOHN DEWEY)

Serena Capodicasa
Tesoriera e co-founder

Laureata in Psicologia del Lavoro, ha scoperto la sua passione per la formazione all’interno delle associazioni studentesche.
Dal 2010 si occupa di formazione aziendale e creazione di corsi corporate online, non abbandonando mai il suo interesse per il mondo della scuola a misura di studente. Appassionata di tecnologia, di crescita e benessere dei professionisti, in Ed-Work si occupa dei temi digital, organizzativi e di formazione degli insegnanti. Vive a Verona, circondata dal verde e dai suoi gatti.

"La conoscenza che viene acquisita con l'obbligo non fa presa nella mente. Quindi non usate l'obbligo, ma lasciate che la prima educazione sia una sorte di divertimento.” (PLATONE)

Clara Triolo
Direttivo e educatrice

Laureata in filosofia della conoscenza e della comunicazione, dal 2015 lavora come educatrice nel quartiere Zen 2 di Palermo prima presso l'Associazione Zen Insieme, di cui ha coordinato, dal 2016 al 2017, il progetto "Punto Luce" finanziato da Save the Children Italia, poi presso l'IC Giovanni Falcone tramite il progetto "Liberi di crescere" finanziato dalla fondazione Con I bambini. Dal 2019 fa parte dell'associazione Libera a Palermo, occupandosi di scuole e formazione. È inoltre referente per la città di Palermo del progetto Amunì, nato dalla collaborazione tra Libera e il Dipartimento di Giustizia Minorile. Ama i romanzi e la letteratura, specialmente quella per l'infanzia.

"C'è pure chi educa, senza nascondere l'assurdo ch'è nel mondo, aperto a ogni sviluppo ma cercando d'esser franco all'altro come a sé, sognando gli altri come ora non sono: ciascuno cresce solo se sognato." (Danilo Dolci, 1974)

Manuela Capodicasa
Direttivo

Laureata in Scienze della formazione primaria e in Scienze della comunicazione, si affaccia al mondo dell'educazione nel 2009 svolgendo il Servizio Civile presso il Centro diurno per minori L'Ancora di Verona. Dal 2014 al 2017 si è occupata di insegnamento dell'italiano L2 per bambini e ragazzi figli di immigrati nei laboratori linguistici del Cestim di Verona. Nel 2016 ha collaborato con Nadia Onlus nella progettazione e conduzione di laboratori di educazione alla cittadinanza mondiale per la scuola primaria e secondaria di primo grado. Dal 2017 è insegnante di scuola primaria a Verona. Orgogliosamente capo scout, è sempre pronta a partire per l'avventura.

"Cercate di lasciare questo mondo un po' migliore di quanto non l'avete trovato" (Robert Baden-Powell)

Pina Catalanotto
Collaboratrice

Laureata in Filosofia, ha conseguito nel 2011 il Master in Didattiche disciplinari presso l'Università degli Studi di Roma Tre. Dal 1984 ha insegnato Lettere nella Scuola Media e dal 1996 nelle Scuole Superiori. Collabora con il MIUR e l’INDIRE come formatrice dei docenti per l'area Linguistica e Letteraria e nella formazione E-Learning in ambienti di apprendimento a distanza. Negli ultimi anni si è specializzata in Sistemi di Valutazione e come consulente delle scuole per i Piani di Miglioramento.

Attualmente insegna Italiano e Storia nel Liceo Linguistico Regina Margherita di Palermo ed è specialista nell’insegnamento con la Metodologia CLIL in lingua francese. Ha sempre lavorato per le politiche di genere e le pari opportunità perché “la scuola è l'ascensore che ti consente di raggiungere i tuoi sogni” come ama ripetere alle sue alunne.

“L’Istruzione è l'arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo” (NELSON MANDELA)

Geraldina Fiechter
Collaboratrice

Nata a Torino con origini alsaziane, si è trasferita a Firenze dove ha studiato sociologia a Scienze Politiche prima di avviare la carriera di giornalista professionista a La Nazione. Autrice anche di programmi radio-televisivi, negli anni si è specializzata sui temi sociali, sulla Medicina narrativa e sulla cura in tutte le sue declinazioni. Tiene corsi di scrittura, di giornalismo e di comunicazione terapeutica, e ha a creato progetti nelle scuole per lo sviluppo della cittadinanza digitale e per l’orientamento nel mondo dei media. Scrive, parla, spiega continuamente. Ma curiosa ed empatica come si sente, il suo desiderio (e forse il suo talento) sarebbe quello di ascoltare.

“È solo la lingua che rende uguali. Uguale è chi sa esprimersi e intendere l’espressione altrui.” (DON MILANI)